FAQ

Costruire in legno

Il legno è un regalo della natura, è sicuramente un materiale di costruzione a favore di un futuro sostenibile!

Il materiale da costruzion

Il legno è un prodotto naturale, è un materiale di costruzione pregiato, estremamente leggero e resistente. Le diverse tipologie di legno producono una materia prima con svariate caratteristiche. Ogni pianta trova il suo giusto impiego grazie alle proprie specifiche qualità.

A proposito di legno

Sempre più l’edilizia utilizza nuovi legnami. Infatti, ad oggi numerose finiture non sarebbero più pensabili senza ricorrere al legno, sia nell’ambito dell’edilizia che nell’industria del mobile. Il legno permette una libertà creativa praticamente illimitata.

Legnami

Il legno viene sfruttato ovunque in diverse forme. Il legno lamellare viene impiegato per strutture portanti e nella carpenteria, pannelli compensati o a trucioli direzionati assumono la controventatura delle strutture intelaiate o fungono da elementi da rivestimento nelle finiture interne. Prodotti in fibre di legno servono quali isolanti. I pannelli in fibra di legno semirigidi (MDF) vengono usati sia nell’architettura interna che nell’industria del mobile.

Ad oggi le case in legno sono esemplari in materia di progettazione e tecnologia!

Sistemi di costruzione

Nella costruzione in legno vengono impiegati principalmente quattro sistemi: la costruzione massiccia, la costruzione a ossatura, la costruzione a tavole e la costruzione intelaiata. Quest’ultima è la più usata per costruzioni residenziali ed è un’evoluzione del sistema costruttivo sviluppato negli Stati Uniti oltre un secolo fa.

La prefabbricazione

Gli elementi componenti le solette e le pareti vengono prefabbricati in officina, ossia con condizioni di lavorazione ottimali. Spesso possono già essere integrati negli elementi finiti gli impianti, il rivestimento, le porte e le finestre. Questi elementi grezzi vengono trasportati e assemblati in cantiere con l’ausilio di una semplice gru in un paio di giorni. Dopodiché si può immediatamente procedere con le finiture, senza dipendere da lunghi tempi d’essicazione.

Economicità

Le costruzioni in legno raggiungono in materia di risparmio energetico dei valori d’isolamento ben più efficienti di quanto imposto dalle normative. Dunque l’energia necessaria per il riscaldamento diminuisce drasticamente. In questo modo anche il dimensionamento degli impianti di riscaldamento può essere contenuto. Questo permette una significativa riduzione dei costi di costruzione e delle spese di gestione senza dover scendere a compromessi in materia di comfort abitativo.

Una casa di legno costruita bene dura per generazioni!

Longevità

Il legno è un prodotto della natura ed è biodegradabile. Dunque non produce alcuna scoria. Ciò nonostante, come dimostrato da ritrovamenti egizi di oltre 3500 anni fa, si tratta di un materiale molto longevo. Il legno ha dunque una vita pressoché infinita, purché correttamente stagionato e adeguatamente protetto dall’umidità.

Durabilità

Numerose costruzioni in legno intatte da secoli testimoniano la durabilità di questa tipologia di costruzione. Una durabilità ottimale si fonda sull’attenta progettazione e su una esecuzione a regola d’arte.

L’importanza dei dettagli

Durante la costruzione s’impone l’uso di legno essiccato per procedere alla migliore protezione del legno stesso. Massima attenzione ai dettagli, la corretta scelta del legno e un contenuto adeguato d’umidità di quest’ultimo sono le condizioni più importanti per assicurare una longevità della costruzione. Concentrandosi su questi punti chiave il legno può essere utilizzato in tutti gli ambienti abitativi, compresi i bagni e le cucine.

Una casa di legno correttamente progettata necessita poca manutenzione!

La ventilazione

Nel caso di facciate in legno è determinante la loro ventilazione. Una facciata costruita a regola d’arte evita l’infiltrazione d’umidità nell’edificio, permette la corretta evacuazione dell’acqua superficiale e garantisce grazie a un’adeguata ventilazione un rapido asciugamento del legno.

Legni resistenti per natura

Il larice o il Douglas offrono di per se un’alta resistenza rispetto al consumo biologico e non necessitano dunque un trattamento particolare. Una facciata in abete è – nel caso di una buona progettazione – anche sorprendentemente resistente.

Patina

Fattori come altitudine, clima ed esposizione della facciata rendono variabile il colore del legno non trattato in una gamma che va dal grigio chiaro al nero, passando per i diversi toni del marrone. Questo cambiamento di colore corrisponde a uno strato finissimo (patina) che copre il legno assolutamente sano. L’aspetto di facciate naturali non trattate si stabilizza dopo alcuni anni. Una casa in legno può anche venir sottoposta a un tinteggio o una verniciatura coprente. Le case in legno possono tuttavia essere rivestite anche con altri materiali come ad esempio cappotti intonacati o lastre in fibrocemento.

Un edificio che adempie alle norme in materia di protezione al fuoco è assolutamente sicuro!

I vantaggi si confermano

Se è vero che il legno brucia è altresì provato che in caso d’incendio quest’ultimo si comporta particolarmente bene. La sua combustione è lenta, regolare ed esattamente prevedibile. Laddove una costruzione non combustibile sarebbe già ceduta su se stessa, una costruzione in legno contrasterebbe ancora il fuoco. Questa caratteristica è anche riconosciuta dagli enti di sorveglianza competenti, al punto che oggi sono ammesse anche costruzioni di diversi piani.

Vantaggi del legno

Il rischio di un incendio in una casa di legno non è maggiore che altrove. È soprattutto il mobilio che s’incendia solitamente. Nel caso specifico il legno offre anche dei vantaggi determinanti visto che nel caso di un incendio non si generano gas tossici come nel caso di materiali sintetici presenti nella maggior parte delle costruzioni tradizionali.

Regolamentazioni severe

Grazie a una regolamentazione particolarmente severa la Svizzera conta mondialmente il minor numero di decessi in seguito a incendi. La compartimentazione è determinata in funzione dell’utilizzo dei locali e ogni elemento costruttivo deve possedere un’adeguata resistenza al fuoco. Questo contribuisce a salvare vite umane, ad assicurare condizioni di salvataggio sicure alle forze d’intervento e a evitare il propagamento del fuoco. Tutto ciò fa delle case in legno delle costruzioni sicure.

La gestione parsimoniosa dei boschi svizzeri genera legno in abbondanza!

Sostenibilità

Il legno è una materia prima rigenerabile e ricresce continuamente. Questo è un vantaggio ecologico rispetto a numerosi altri materiali di costruzione. In Svizzera, grazie ad una politica di gestione sostenibile dei boschi in vigore da oltre cento anni, siamo in grado di affermare che l’uso del nostro legno non compromette la sopravvivenza delle foreste, anzi, ne favorisce il rinnovamento. Il legno utilizzato è unicamente legno “in esubero” e il capitale boschivo della Svizzera non viene in alcun modo toccato. I nostri boschi producono attualmente circa 10 milioni di metri cubi di legno in esubero di cui solo 5 milioni (ovverossia la metà) viene effettivamente utilizzato. Usare il legno è dunque fondamentale: non solo non compromette la natura e il capitale boschivo della Svizzera, ma aiuta a mantenere le nostre foreste vigorose e vitali.

Economia

Il legno è una delle poche materie prime rigenerabili che può essere utilizzata e lavorata localmente. A ogni punto di lavorazione il legno genera posti di lavoro locali. Inoltre così facendo si contengono anche lunghi percorsi di trasporto.

Riciclaggio

Anche nell’ambito del riciclaggio il legno risulta vantaggioso. In caso di demolizione o dislocamento di una costruzione in legno, i vari singoli elementi potranno essere smontati e riutilizzati visto che il legno mantiene bene le proprie caratteristiche. Se il legno non dovesse più essere adoperato quale materiale di costruzione la sua eliminazione non presenta alcun problema poiché il legno non è una scoria bensì diventa una fonte energetica neutra di CO2, capace di alimentare il riscaldamento di intere case nel pieno rispetto dell’ambiente.

Le case di legno sono confortevoli e salutari poiché respirano

Comfort

Il comfort di un’abitazione è determinante per il benessere dei suoi abitanti. Il calore deve rimanere all’esterno in estate e all’interno in inverno. Il benessere di una casa è dipendente dalla sua impermeabilità. Questo fenomeno viene adempito in modo esemplare dalle case in legno di ultima generazione.

Case che respirano

Grazie al loro isolamento termico eccezionale le case in legno permettono un’atmosfera ottimale durante tutto l’anno e raggiungono facilmente le raccomandazioni poste dagli standard energetici più severi. La stratigrafia delle pareti è determinante per l’ambiente climatico interno. Grazie alle caratteristiche del legno viene gestito particolarmente bene l’assorbimento e il rilascio dell’umidità. La costruzione in legno permette veramente di vivere in una casa che respira!

Protezione fonica

Anche l’isolamento fonico è importante per il comfort degli abitanti. Nella costruzione in legno, grazie soprattutto a una stratigrafia multipla e ai vari materiali impiegati, si raggiungono dei valori fonici che non hanno nulla da invidiare alla costruzione massiccia.

La qualità ha il suo prezzo, nel legno come ovunque

Costi

Costruire in legno è conveniente. Non tutte le economie sono direttamente riconducibili al legno ma sicuramente il materiale ha un impatto importante. I costi delle fondazioni sono per esempio più contenuti grazie alla leggerezza della costruzione. Questo si accentua ancor di più nel caso di terreni ostili o situati in zone collinari. Anche nel caso di sopraelevazioni con portate statiche limitate dell’edificio esistente la costruzione in legno può rappresentare la soluzione ideale.

Una buona progettazione contiene i costi

La nostra metodologia costruttiva, basata su attenta progettazione e alta prefabbricazione, ottimizza i tempi di costruzione e evita interventi imprevisti e onerosi in corso d’opera. In più il breve tempo di realizzazione permette di abbassare il costo degli interessi bancari.

Costi di manutenzione ridotti

Oggi l’attenzione è grande non solo verso i costi di costruzione ma anche e soprattutto verso quelli di gestione. In questo senso la costruzione in legno offre vantaggi significativi in termini non solo di efficienza energetica ma anche per quanto riguarda la manutenzione ordinaria. Una facciata in legno lasciata al grezzo, ad esempio, non necessita di alcuna manutenzione, mentre una facciata tinteggiata con fondo chiaro richiede intervalli di manutenzione decennali o addirittura più lunghi.

Un uso corretto evita l’aggressione di muffe e insetti!

Materiale biologicamente degradabile

Materiale biologicamente degradabile.
Il legno è l’unico materiale da costruzione che è biologicamente degradabile. Quando nel bosco muore un albero viene decomposto da muffe e insetti. Il nutrimento che rilascia il legno arricchisce l’humus che a sua volta alimenta la crescita di nuovi alberi. Crescita e decomposizione fanno dunque il loro percorso naturale.

Condizioni precise

Come ogni essere vivente anche gli organismi responsabili della decomposizione del legno necessitano di acqua, aria e di una temperatura alta per svilupparsi. In assenza di uno di questi elementi si ferma la decomposizione del legno. In mancanza di aria si sono conservati i pilastri risalenti all’era paleolitica. Il legno dura quasi in eterno se asciutto. In una casa riscaldata viene scongiurato il rischio di un’infestazione del legno. Anche per le parti che vengono esposte all’acqua raramente il pericolo è estremamente ridotto.

Protezione del legno

Il legno può essere usato anche in luoghi ove è impossibile evitare il contatto con l’acqua. In questi casi è possibile aumentare notevolmente la durabilità mediante l’applicazione di misure di protezione. Le traversine della ferrovia e i piloni telefonici sono due esempi che vengono protetti in questo senso.

Costruire un prefabbricato

A causa della grave crisi petrolifera, negli anni ’70 si è posto il problema di migliorare l’efficienza degli edifici soprattutto in quei paesi in cui il problema del riscaldamento appariva maggiore a causa del rigido clima invernale per molti mesi all’anno. In Ticino le diverse condizioni climatiche hanno posto la questione in secondo piano, mentre in Svezia e Germania in particolare sono sorte le prime esperienze che hanno dato origine alle prime “fertighäuser”. Al posto dei tamponamenti leggeri si sono utilizzati pannelli isolanti di grande spessore, chiudendo l’esterno con un ulteriore isolamento a cappotto intonacato e lasciando all’interno la struttura a telaio, per permettere la realizzazione di abitazioni esteticamente moderne ed adattabili ai diversi contesti urbani e minimizzare le manutenzioni esterne. Queste derivano direttamente dalle costruzioni medioevali a telaio che ancora oggi possiamo incontrare in molte città del Nord Europa, riconoscibili per la loro struttura in legno a vista visibile in facciata.

Si tratta senz’altro di una tecnica costruttiva che può essere definita innovativa e moderna, ma che si basa su una consolidata tradizione edilizia, tipica di gran parte delle nazioni che sfruttano da sempre il legno per realizzare i propri edifici. La cultura locale della carpenteria del legno, paragonabile per certi versi all’utilizzo millenario del laterizio nel bacino mediterraneo, ha fornito modelli costruttivi consolidati su cui innestare elementi di innovazione e le risposte necessarie alla richiesta di abbattere le dispersioni termiche ed ottimizzare l’isolamento degli edifici.

I vantaggi della prefabbricazione sono molteplici e non possono essere ricondotti unicamente a un fattore economico (vedasi valori aggiunti).
Per esperienza una costruzione prefabbricata su misura ha dei costi simili a una costruzione tradizionale in mattone.

Il vantaggio di costruire su misura pone praticamente pochissimi limiti all’immaginazione. Conseguentemente anche il costo dipendende fortemente dai dettagli e dalle personalizzazioni richieste. Le variabili sono dunque troppe per definire un fattore di calcolo empirico. Sulla base di un progetto concreto e di un breve briefing saremo in grado di sottoporre una valutazione preliminare o un’offerta impegnativa.

Solitamente dalla firma del contratto alla posa in cantiere della struttura prefabbricata trascorrono ca. 2-3 mesi, il tempo necessario per le fasi di coordinamento con tutti gli impiantisti coinvolti, la progettazione esecutiva e la produzione su misura del prefabbricato.

Molto, circa tre mesi. Il risparmio di tempo ha inoltre un altro vantaggio: anche gli interessi passivi vengono contenuti grazie ai tempi di realizzazione ridotti.

Purtroppo no, perché si tratta sempre di progetti unici, in risposta a specifiche esigenze e condizioni. Ognuno dei nostri progetti è il frutto di una stretta collaborazione fra la nostra azienda e architetti indipendenti. Possiamo però, se lo desiderate, aiutarvi nella scelta del progettista perfetto per realizzare la vostra idea. 

Xilema, contrariamente a numerosi altri prefabbricatori d’oltre Alpi o esteri non offre case prefabbricate “da catalogo” bensì case “uniche, realizzate su misura”. Nella ns. produzione locale operiamo un po’ come “un sarto” che confeziona l’abito secondo le esigenze individuali di ogni suo cliente. La prossimità rispetto al mercato locale, ai progettisti e ai committenti ci permette d’intervenire rapidamente con un servizio di altissima qualità in sintonia sia con le disposizioni legali vigenti che con le usanze culturali e i bisogni locali con un team competente e collaudato alla base di un’azienda forte di oltre 80 anni d’esperienza nel mondo del legno.

Il gruppo Veragouth, di cui Xilema fa parte, comprende anche un’agenzia immobiliare, per questo saremo lieti di potervi sostenere nella ricerca di un terreno, purché si trovi nella zona di ns. competenza (prevalentemente in Ticino/Svizzera).